spot_img
martedì, Maggio 28, 2024

Travelexpo: il futuro del turismo in Sicilia. L’intervento di Confcommercio

Confcommercio Sicilia e le prospettive per il settore turistico illustrate a Travelexpo.

Giunta alla sua ventiseiesima primavera, Travelexpo, la Borsa Globale dei Turismi più importante da Roma in giù, in questo primo anno di autentica ripresa del settore si preoccuperà di come migliorare il turismo del prossimo quinquennio. L’appuntamento questa mattina al CDSHotel Città del Mare di Terrasini.

I seminari, dedicati al futuro della Sicilia turistica, al distretto del lusso, alle Dom, alle nuove professioni del turismo, all’Intelligenza Artificiale, al trasporto aereo, a Salute&Benessere e alla Sicilia Capitale Europea dell’Enogastronomia 2025, trasmessi in diretta sulla pagina Facebook di Travelnostop.com e condivisi sui social.

Le dichiarazioni del presidente di Confcommercio Sicilia Gianluca Manenti

Ad ascoltare le proposte, dire la loro ed eventualmente assumere impegni in proposito, l’assessore regionale al Turismo, Elvira Amata; la dirigente generale del Dipartimento regionale Turismo, Mariella Antinoro; il presidente di Unioncamere Sicilia, Pino Pace; il presidente della Camera di commercio di Palermo-Enna, Alessandro Albanese; il presidente di Confcommercio Sicilia, Gianluca Manenti; il presidente di Confesercenti Sicilia, Vittorio Messina; il presidente di Sicindustria, Luigi Rizzolo. 

I tour operator e gli agenti di viaggio chiedono la continuità stagionale. Il presidente di Confcommercio Sicilia, Gianluca Manenti risponde: “Che ben venga, ci permette di migliorare le condizioni turistiche. I maggiori flussi turistici, a livello internazionale, per la metà sono nell’area del mediterraneo”. 

LEGGI ANCHE: LOTTA AL CARO VOLI: I RESIDENTI IN SICILIA AVRANNO UNO SCONTO PER TUTTI I VOLI NAZIONALI

Confcommercio Sicilia ha stipulato un protocollo d’intesa con la Mediterranean Tourism Foundation di Malta, che ha come obiettivo la creazione di un soggetto giuridico che possa accompagnare gli imprenditori che desiderano sviluppare il proprio business da Malta in Europa, passando attraverso la Sicilia, o dall’Europa all’isola dei Cavalieri.

“Con Malta– spiega Manenti- abbiamo creato un patto per interloquire sui rapporti economici e turistici, ma anche uno scambio di buone pratiche e informazioni rilevanti per migliorare le condizioni turistiche della Sicilia. Oggi è importante fare rete anche con i paesi vicini.”

Articoli correlati

spot_img