spot_img
martedì, Luglio 16, 2024

Palermo Maxima, presentata la Guida alla Capitale del Mediterraneo

Visitare Palermo significa immergersi in una delle città più affascinanti del Mediterraneo. Opulenta e trasandata, aristocratica e popolana, la capitale siciliana conquista con le sue contraddizioni e la sua atmosfera vibrante. Ed è proprio questa la città raccontata dalla Guida di Repubblica Palermo Maxima, presentata lo scorso 25 giugno, al Museo archeologico Salinas di Palermo.

Palermo Maxima, un sentito omaggio al capoluogo siciliano

La Guida, che è stata presentata nella raffinata Agorà del Salinas, che da qualche settimana ha un nuovo direttore, l’architetto Giuseppe Parello, riserva un posto speciale a Santa Rosalia, per celebrare l’importante quarto centenario del rinvenimento delle sacre reliquie: un capitolo intenso con la storia della Santuzza e i luoghi della sua vicenda umana, lo spirito della festa e il suo legame con la città, ma anche un’intervista al direttore artistico del Festino 2024, Marco Balich, specialista in grandi eventi reduce dalla cerimonia inaugurale degli Europei di Calcio.

LEGGI ANCHE: Guida Michelin 2024: i ristoranti stellati in Sicilia

La Guida, che accompagna i lettori alla ricerca dell’essenza di Palermo nell’anno in cui ricorre il quattrocentesimo anniversario del ritrovamento delle reliquie della santa patrona, l’amatissima Rosalia, in 360 pagine dense di informazioni e suggestioni, racconta i vicoli del centro storico e l’elegante lungomare, i mercati e la spiaggia di Mondello, chiese di straordinaria bellezza, musei colmi di storia, palazzi barocchi e gioielli liberty, in un viaggio nel tempo che si srotola fra l’epoca punica e il Novecento. Senza dimenticare le indicazioni per gustare i prelibati cannoli, lo street food e le tante proposte gourmet di una delle cucine più golose d’Italia.

Il cuore della Guida, come di consueto nella collane delle Maxime, sono le passeggiate che, fra monumenti, luoghi curiosi, personaggi e decine di indirizzi per mangiare, dormire e acquistare, sono il vademecum ideale per avventurarsi alla scoperta di Palermo. E ai visitatori si rivolge Coopculture, anche attraverso la realizzazione di sistemi di fruizione integrata dei siti, come ricordato da Letizia Casuccio, che della cooperativa è direttore generale.

Palermo, una delle capitali della cultura italiana

“Una Guida che nasce dall’amore per la città – ha sottolineato il direttore delle Guide, Giuseppe Cerasa, nel suo intervento – ed è un omaggio a una delle indiscusse capitali culturali italiane”.

“I turisti che sempre più numerosi affollano la città – ha detto il sindaco Roberto Lagalla – restano stupiti dalla ricchezza e varietà di Palermo. E sempre di più sono quelli che scelgono la nostra città per viverci, favoriti ad esempio dalla diffusione degli spazi di coworking”. Ad alcuni di questi stranieri la Guida dà voce, con le interviste ad artisti e intellettuali. “La cultura è un elemento fondamentale dello sviluppo – ha ribadito il rettore di UniPa, Massimo Midiri – un contributo essenziale per la città. Il nostro impegno è portare la cultura dappertutto, anche nelle periferie, da chi magari non immagina di poter frequentare una Facoltà. Palermo merita il nostro impegno, dobbiamo crederci noi per primi. E questa Guida, con i suoi tanti spunti, puòò essere un tassello importante della rinascita culturale della città”.

Info utili

La Guida di Repubblica “Palermo Maxima: Storie, luoghi e segreti. Guida alla capitale del Mediterraneo” è disponibile in edicola (14 euro più il prezzo del quotidiano) e online su: https://ilmioabbonamento.gedi.it/iniziative/guide, Amazon e IBS

Articoli correlati

spot_img