spot_img
sabato, Giugno 22, 2024

Il Catania sfiora l’impresa ma si arrende alla rimonta dell’Avellino e abbandona il sogno della B

Il sogno del Catania di approdare alle semifinali playoff per la promozione in serie B si è interrotto a sette minuti dal termine della partita. Obiettivo promozione rinviato alla prossima stagione.

Dopo l’1 a 0 dell’andata e lo strepitoso inizio al Partemio, con un traversone di Ndoj dalla destra e Cianci che anticipava Frascatore e in zampata beffava Ghidotti portando in vantaggio il Catania, sembrava che il sogno di approdare in semifinale per gli etnei, che chiudevano in vantaggio il primo tempo, si stesse per realizzare.

Ma nella ripresa, prevedibilmente, la musica è cambiata e al 52′ l’Avellino ha agganciato il pareggio con l’eurogol del suo laterale sinistro: cross di D’Ausilio smanacciato da Furlan, Armellino appoggiava per Liotti che apriva il destro e insaccava all’incrocio con una conclusione chirurgica.

LEGGI ANCHE: IL PALERMO DICE ADDIO AL SOGNO SERIE A E A TANTI CALCIATORI IN ROSA

In virtù del risultato dell’andata con il pareggio sarebbero passati sempre gli etnei quindi il forcing dei campani si faceva sempre più insistente. All’83’ l’Avellino siglava la rete del sorpasso. Russo faceva correre Frascatore, il suggerimento per Patierno che impattava di testa: Quaini respingeva, D’Ausilio armava il sinistro e con una fucilata trafiggeva Furlan.

Un Catania che nonostante una stagione difficile, con la salvezza acciuffata all’ultima giornata di campionato, impreziosita però dalla vittoria della Coppa Italia di C, è uscita a testa alta dai playoff e il prossimo anno è legittimata a puntare alla promozione in B.

Articoli correlati

spot_img