spot_img
sabato, Giugno 22, 2024

Il Palermo dice addio al sogno Serie A e a tanti calciatori in rosa

Il miracolo non è arrivato e il Venezia ha vinto anche al ritorno della semifinale playoff meritando la finale. Adesso per il Palermo è il momento di guardare al futuro con tanti addii tra cui quello probabile di un uomo simbolo.

I sogni di una rimonta clamorosa per il Palermo sono durati poco meno di 45 minuti, infatti, il Venezia chiudeva il primo tempo in vantaggio per due goal grazie alle marcature di Tessmann e Candela, mentre il goal con cui il Palermo ha accorciato le distanze, un’autorete di Svoboda, è arrivato nei minuti finali della partita senza impensierire più di tanto i lagunari.

LEGGI ANCHE: UN RADUNO DI AUTO STORICHE DEI CLUB DI PALERMO E SALERNO, NEL WEEKEND, COLORERÀ LA CITTÀ

Adesso per il Palermo è tempo di programmare la prossima stagione che vedrà sicuramente tante uscite quasi certe. Non dovrebbero vestire più la maglia rosanero, infatti, Marconi, Henderson, Chaka Traorè, Mamadou Coulibaly e Mancuso. A questi, quasi a sorpresa, potrebbe aggiungersi l’uomo simbolo del Palermo e cioè il bomber e capitano Matteo Brunori che potrebbe cedere alle tante sirene di formazioni di Serie A.

Intanto ieri a caldo il capitano dei rosanero ha lascato queste dichiarazioni: “Giocare a Palermo non è semplice perché hai pressioni che ti responsabilizzano anche in positivo. La piazza ti fa sentire veramente giocatore ma in un attimo ti può distruggere, passatemi la parola. Ci è mancato l’equilibrio, troppi alti e bassi”.

Articoli correlati

spot_img