spot_img
sabato, Giugno 22, 2024

Pasqua indigesta per le siciliane: arrivano tre pesanti sconfitte

Cocenti sconfitte per Palermo, Catania e Messina in un weekend di Pasqua da dimenticare.

Il Palermo ieri a Pisa ha ripetuto il copione di tantissime altre partite: in vantaggio di due goal nel primo tempo e una ripresa tremenda in cui ha rimediato l’ennesima sconfitta stagionale. Avanti nel primo tempo con Brunori prima e successivamente con Lund, gli uomini di Corini si sono fatti rimontare nei primi minuti del secondo tempo da D’Alessandro e Bonfanti. Nonostante l’espulsione di Gomes per doppia ammonizione i rosanero si erano nuovamente portati aventi grazie a un rigore trasformato da capitan Brunori ma il solito finale horror ha regato i tre punti al Pisa con la doppietta di Tramoni. Adesso la posizione di Corini inizia a vacillare e il City Group sta seriamente, anche se con enorme ritardo, pensando all’esonero.

Pesantissima sconfitta in casa per 3 a 2 contro il Giugliano per il Catania che vede assottigliarsi il margine di vantaggio dalla zona playout. Etnei in vantaggio nei primissimi minuti con Cianci ma ripresi e sorpassati nella ripresa dalle reti di Salvemini e e Ciuferri. Subito dopo è arrivato il pareggio del Catania con Bouah ma nel finale Salvemini con la sua personale doppietta ha regalato i tre punti al Giugliano. Adesso a quattro giornate dal termine il Catania deve difendere i due punti di vantaggio dalla Turris quintultima (o mantenere otto punti di vantaggio dalla penultima) ed evitare i playout e disputare la fase nazionale dei playoff in virtù della conquista della finale di Coppa Italia.

LEGGI ANCHE: TUTTO PRONTO AD ALCAMO PER LA SECONDA EDIZIONE DEL CIOKOWINE FEST

Perde anche il Messina che dopo eccellenti risultati sta riscontrando una fase di calo di risultati. Adesso gli uomini di mister Modica più che guardare ai playoff devono cercare di non farsi risucchiare nella zona playout anche se il vantaggio sembra abbastanza rassicurante. La partita di sabato sicuramente era proibitiva contro la Juve Stabia lanciatissima verso la Serie B (basterà un punto la prossima settimana nel derby contro il Benevento per la promozione matematica). Padroni di casa che hanno archiviato la gara già nel primo tempo grazie alle reti di Romeo, Candellone e Adorante. Nella ripresa ancora Adorante ha portato a quattro le reti dei campani e Luciani per i peloritani ha infine realizzato la rete del definitivo 4 a 1.

Articoli correlati

spot_img