spot_img
sabato, Giugno 22, 2024

La cantina G. Milazzo tra le più premiate con i suoi vini biologici al Vinitaly 2024

La cantina G. Milazzo di Campobello di Licata ottiene 11 premi nei concorsi Wine Witouth Walls e 5StarsWines della 56a edizione del Vinitaly a Verona.

Anche quest’anno il Vinitaly è stato preceduto dalla pubblicazione dei risultati del concorso vinicolo che orami tutti sanno essere diviso in due guide che riportano i vini che hanno ricevuto un punteggio pari o superiore a 90/100  da una prestigiosissima giuria internazionale di 73 componenti internazionali scelti tra noti Master of Wine, Master of Sommelier, diplomati WSET, VIA expert e ambassadors, enologi e giornalisti. La differente provenienza geografica, la varietà dei profili professionali dei giudici e il processo di degustazione alla cieca, hanno garantito oggettività alla selezione.

Le due guide che comprendono i vini selezionati sono: 5StarWines che comprende i vini tradizionali e Wine Without Walls, una selezione di vini biologici, biodinamici o prodotti da aziende aderenti a protocolli/certificazioni di sostenibilità.

Ogni anno, a quasi, la cantina siciliana G.Milazzo di Campobello di Licata risulta la più premiata in assoluto. Quest’anno l’azienda guidata da Giuseppina Milazzo e dal marito Saverio Lo Leggio, affiancati dal figlio Giuseppe si è dovuta accontentare, si fa per dire, della seconda posizione assoluta nelle due guide nonchè la seconda nei vini biologici con ben 10 etichette, in quanto dal 2011 tutti vini prodotti sono certificati bio; ma ha ottenuto comunque un undicesimo inserimento con un vino del 2009, il Duca di Montalbo rosso che allora non poteva fregiarsi del relativo marchio.

LEGGI ANCHE: CANNOLO FESTIVAL 2024: A SANLORENZO MERCATO DUE GIORNI DEDICATI AL RE DELLA PASTICCERIA SICILIANA

Gli 11 vini premiati nelle guide del concorso del Vinitaly 2024 sono: Terre della Baronia rosso 2019 (93 punti), Maria Costanza bianco riserva 2020 (92 punti), Selezione di Famiglia bianco 2019 (92 punti), Terre della Baronia bianco 2023 (91 punti), Maria Costanza bianco riserva 2018 (91 punti), Selezione di Famiglia Bianco 2020 (91 punti), Fancello rosso 2020 (90 punti), Fancello rosso 2021 (90 punti), Maria Costanza bianco 2023 (90 punti), Terre Tardive bianco 2020 (90 punti) e Duca di Montalbo rosso 2009 (90 punti).

“Siamo chiaramente orgogliosi del successo conseguito dai nostri vini – dichiara il giovane Giuseppe, futuro erede dell’azienda – e siamo stati in trepidazione perché non è facile mantenere ogni anno l’altissimo livello che ci riconosce una giuria tra le più qualificate, se non la più qualificata, al mondo. Situazione che ci sprona a lavorare sempre al meglio e col massimo rispetto delle nostre magnifiche uve”.

www.milazzovini.com

Articoli correlati

spot_img