spot_img
martedì, Maggio 28, 2024

Bio in Sicily 2023: a Castelbuono valorizzate le eccellenze gastronomiche siciliane

Bio in Sicily è stata l’occasione per la premiazione “Città Gastronomica“, il riconoscimento annuale conferito dalla testata All Food Sicily alle città che ogni anno si distinguono come mete turistiche gastronomiche che puntano alla valorizzazione delle eccellenze del territorio.

Quest’anno il premio è andato a Castelbuono, una città che negli anni da piccolo borgo delle Madonie, e diventata una delle mete siciliane tra le più importanti in ambito gastronomico con la produzione di grandi eventi che si svolgono durante l’anno dedicati alle eccellenze enogastronomiche e all’agroalimentare.

Il Premio “Città Gastronomica” viene attribuito tenendo conto della rispondenza ad alcuni parametri di eccellenza in ordine all’accoglienza turistica, dal livello della ristorazione legata al territorio e dalla presenza di produttori e artigiani del Gusto. Ogni anno viene assegnato in occasione del Bio in Sicily, evento che si caratterizza per la valorizzazione e la promozione dei territori attraverso l’abbinamento con l’organizzazione di press tour, volti a dare visibilità ad aziende sostenibili e biologiche, con la partecipazione di giornalisti di stampa nazionale.

Tanti sono i festival, che a Castelbuono portano in città importanti flussi turistici come il Divino Festival al Ypsigrock Festival, dal Funghi Fest al Dolcemente Castelbuono, dal Castelbuono Jazz Festival ai Mercatini di Natale e di Primavera. Una città in cui operano imprese conosciute in tutto il mondo: l’azienda dolciaria Fiasconaro che grazie al suo panettone, oggi, porta il nome di Castelbuono in tutto il mondo, la cantina vinicola Abbazia Santa Anastasia che produce vini biodinamici di grande qualità che hanno ottenuto premi internazionali e l’azienda Bergi che da anni vede riconosciuto il miele, di produzione propria, come il migliore al mondo.

LEGGI ANCHE: Presentata la candidatura di Castelbuono come Città Creativa UNESCO per la gastronomia

La premiazione è avvenuta all’interno del prestigioso Chiostro di San Francesco, alla presenza del sindaco di Castelbuono Mario Cicero, dell’imprenditrice madonita Sandra Invidiata, dell’assessore al Turismo del Comune di Castelbuono Dario Guarcello, del direttore di All Food Sicily Michele Balistreri che ha consegnato ufficialmente il premio.

“A Castelbuono in questi ultimi decenni – dichiara Mario Cicero, sindaco di Castelbuono – si sono investite grosse risorse economiche umane per valorizzare e far apprezzare il patrimonio monumentale, culturale, agricolo, artigianale e ambientale che hanno permesso di far diventare questo Borgo delle Madonie tra i piu apprezzati sul settore gastronomico e dell’agroalimentare, diventando elementi identitari per lo sviluppo urbano sostenibile”.

“La specificità della nostra comunità – chiosa Mario Cicero – si caratterizza per la presenza sul suo territorio di alcuni prodotti unici al mondo e per la presenza di una forte rete votata alla promozione di un’alimentazione sostenibile e alla tutela della biodiversita.”

Il Premio Citta Gastronomica – afferma Adalberto Catanzaro, editore e presidente di Futura Company – che da quest’anno si lega al Bio in Sicily, e il giusto riconoscimento alla Comunità di Castelbuono, che negli ultimi decenni si e imposta, in ambito nazionale e internazionale, come modello di sviluppo locale sostenibile incentrato sull’enogastronomia, sull’accoglienza turistica e su un’offerta agroalimentare di assoluto valore.”© Riproduzione riservata

Articoli correlati

spot_img