spot_img
lunedì, Luglio 15, 2024

Carnevale di Melilli: tra storia, cultura e incanto

Il Carnevale di Melilli, giunto alla sua 64ma edizione, continua a essere una delle festività più attese, celebre per la sua maestosità e la peculiarità che lo rende il Carnevale più Stretto d’Italia. 

Quest’anno, la Cooperativa Badia Lost & Found, incaricata della valorizzazione del carnevale, porta avanti una progettazione culturale che aggiunge un ulteriore capitolo alla ricca storia di questa festa unica nel suo genere.

Il Carnevale di Melilli, inserito nella Rete dei Carnevali Storici d’Italia

Carnevale più Stretto d’Italia e Rete dei Carnevali Storici

La caratteristica dei vicoli stretti del Centro storico, che ospitano il passaggio dei carri allegorici “mignon” creati da artigiani carristi, ha conferito a Melilli il titolo di Carnevale più Stretto d’Italia. Carri larghi appena due metri, si aprono in piazza per circa 16/18 metri rivelando la magia al loro interno. Questa peculiarità conferisce ai festeggiamenti l’unicità Italiana se non mondiale che vedrà il Carnevale di Melilli, l’anno prossimo con molta probabilità nel registro del Guinness Word Record con una progettazione curata dalla cooperativa Badia Lost&Found. Progettazione che ha permesso alla città di essere inserita nella Rete dei Carnevali Storici d’Italia dal Ministero della Cultura.

“Questi risultati sottolineano l’importanza della collaborazione tra pubblico e privato per la valorizzazione del patrimonio culturale.” Queste le parole del sindaco di Melilli, On. Giuseppe Carta.

LEGGI ANCHE: LE “CHIACCHIERE”: IL DOLCE SIMBOLO DEL CARNEVALE IN SICILIA

Tradizione e Creatività nel Cuore di Melilli

Melilli vanta una lunga tradizione carnevalesca, con prime comitive risalenti addirittura al 1936. La città, inserita nella Rete dei Carnevali Storici d’Italia, è un autentico “contenitore creativo”. Il carnevale matrioska della Terrazza degli Iblei offre un ricco palinsesto di festeggiamenti: dalla tradizione delle sfilate in maschera di Villasmundo, passando per i festeggiamenti di Città Giardino, alla peculiarità dei carri allegorici melillesi. Una storicità affermata che si fa fulcro di tradizione e innovazione al contempo.

Prospettive Future e Candidatura UNESCO

Il Carnevale di Melilli, inserito nella Rete dei Carnevali Storici d’Italia, diventa parte integrante della Candidatura UNESCO per tutti i Carnevali Storici aderenti, tra cui Avola, Acireale, Cento, Foiano, San Giovanni in Persiceto, Sciacca, Putignano, Tempio Pausania e Fano. La Cooperativa Badia Lost & Found è al timone di questo processo di valorizzazione, che prosegue anche dopo l’ottenimento del riconoscimento del Ministero della Cultura e dell’iscrizione al Registro delle Eredità

Immateriali Siciliane (REIS), per portare in alto il nome della Città di Melilli in tutta Italia e nel mondo.

La rivelazione della targa: “Il Carnevale più Stretto d’Italia”

L’evento culminante sarà l’inaugurazione de “Il Carnevale più Stretto d’Italia”, con la rivelazione della targa nel punto più “stretto” di via Iblea , portante al centro storico della città di Melilli. Il Sindaco, on. Giuseppe Carta, e la sua amministrazione saranno protagonisti di questo momento significativo, sottolineando la peculiarità del Carnevale melillese e l’abilità degli artigiani carristi.

Un Ringraziamento alla Comunità e una Visione condivisa

La Cooperativa Badia Lost & Found ringrazia l’amministrazione per la collaborazione e la fiducia, sottolineando l’importanza di stimolare, far crescere, valorizzare e promuovere la comunità. Giorgio Franco, presidente della cooperativa, afferma:

«Ringraziamo l’amministrazione per la fiducia e la collaborazione a partire dalla promozione del brand del Carnevale “più Stretto d’Italia”. C’è l’intento comune di creare un binario unico su cui correre con tutti gli altri carnevali storici d’Italia.»

Articoli correlati

spot_img